Tag

, , , , ,

Io lo sapevo, me lo sono chiesta mille volte uscendo dal supermercato carica come un asino in assento decisamente poco fashion: chissà se a qualcuno verrà mai in mente di rendere le borse della spesa un accessorio da portare con disinvoltura nella nostre giornate modaiole?
Il mio cruccio nasce anche dall’idea che molti oggetti diventino di culto solamente per essere stati indossati dalla star di turno, un caso eccezionale risale alla famosissima “I’M NOT A PLASTIC BAG” di Anya Hindmarch di cui io custodisco un esemplare originale ricevuto in regalo in tempi decisamente non sospetti, per intenderci prima che Madonna o Keira Knightley si facessero immortalare all’uscita di uno store con la borsa al braccio.
Ecco un’immagine per farvi capire di cosa sto blaterando:
banner_IN
Ma torniamo a noi e all’accessorio a cui sto girando intorno e che vi voglio mostrare, perchè si sa la moda è anche divertimento…
Il brand si chiama ASHISH, il suo fondatore è il designer Ashish Gupta vincitore per ben tre volte del British Fashion Council “New Generation award”, il re del lustrino come è stato etichettato e che io ho scoperto per caso sbirciando su ASOS.com.
Durante una delle sue sfilate a Londra ha presentato la sua collezione, ma ciò che verametne colpito sono le sue borse:
ashish-marks-and-spencer-carrier-bag-tesco-carrier-bag-sequin-handbags-quirky-designer-bags-for-sprong-summer-2014
78951f29f7c7e03079a4bf16e7673512
0000011003915_img_5636

ashish--bag-product-1-16236795-2-602178765-normal_large_flex
ad805bd0f2fb14e17be244777583be2d
Divertenti e irriverenti se vogliamo, come a voler affermare che ogni cosa può essere trasformata in oggetto dei desideri se sulla sua superficie vengono cucite migliaia di pailletts.
Portabili o no, mi hanno strappato un sorriso e un “CAVOLOOOO CI AVEVO PENSATO ANCHE IO!”

Annunci